martedì 4 ottobre 2011

Insalata in ricordo estivo

Qualche fortunato che ha l'orto, in questi primi giorni di un ottobre splendidamente caldo, potrebbe ancora essere in tempo per realizzarla. Ammetto però che data di fine luglio. Un piatto ecozoico che dedico, come avevo pensato di fare raccogliendo gli ingredienti, alla splendida MaVi e a chi anima il sito di Cucina Ecozoica. E ovviamente al meraviglioso Stefano. Chiacchiere sotto..


Ingredienti:
Pomodori
Lattuga di diverse varietà, qui erano una riccia rossa e una verde
Cicoria selvatica
Portulaca
Uva bianca
Chenopodium album
Boccioli e barbette di finocchio
Fiori di Hibiscus siriacus
Fiori di Althaea malvonis
Foglie di menta
Semi di girasole, di zucca e di lino
Olio extravergine d'oliva

Procedimento:
Tritare o tagliare a piacimento gli ingredienti, a eccezione dei semi che preferisco pestare grossolanamente con il suribachi. Importante è rompere la cuticola dei semi di lino per non espellerli interi, rinunciando ai preziosi omega-3 in essi contenuti.

Gli ingredienti:
su ognuno ci sarebbe da scrivere km..ricordo brevemente che
la portulaca, una volta raccolta, si mantiene bella turgida anche una settimana, anche d'estate e anche fuori dal frigo. Provare per credere.

Ovviamente cercheremo di raccoglierla al momento per preservare tutti i nutrienti, ma se non abbiamo modo possiamo anche farne scorta. Ottime sia le foglie, sia i rametti più carnosi tritati grossolanamente, sia i semi;
il chenopodio pare proprio essere invincibile, riuscendo a germinare e svilupparsi anche in condizioni di spaventosa siccità.

Proprio in questi giorni sto seguendo una bellissima discussione nella lista associata alla mia meravigliosa musa, il sito di Plants for a future ;
il finocchio, forse per le temperature alte, ha allegato proprio lentamente. I fiori erano già schiusi a fine luglio, e non ho resistito a papparmi quelli ancora in bocciolo.

Strepitosi, ve li consiglio. Un delicatissimo sentore di liquirizia unito a una croccantezza voluttuosa. La settimana scorsa ho finalmente visto che avevano allegato..quindi sono trascorsi un paio di mesi;
l'ibisco e l'altea, entrambe malvacee, hanno un gusto strepitoso. L'altea

tende a essere un pochino più mucillaginosa al palato, i petali dell'ibisco

se masticati assieme al pistillo regalano un sentore di noce inaspettato e indescrivibile. Non vi resta che provare. Avevo tra i mille progetti un'ideuzza - come direbbe la Pozia - riferita ai boccioli ancora chiusti di hibiscus siriacus, ma ovviamente andremo all'anno prossimo..sigh..

La dedica
Mi dà una sensazione difficilmente descrivibile il ritrovarmi nelle parole di qualcun altro, quasi che le nostre menti, per un attimo, fossero parte di un unico tutto. Ed è stato emozionante essere introdotta da questa splendida donna, MaVi, al pensiero ecozoico. Che di Neofrieda era già parte, senza che lei avesse saputo esprimerlo in modo rigoroso..Particolarmente incisivo il tema del linguaggio. Vi riamando al sito, onirico e tangibile, disilluso e speranzoso.
E che dire delle bellissime canzoni con cui Stefano fa parlare ancora oggi il grande Rodari. Poeta della realtà sognante che ogni bambino declina quotidianamente.
Grazie di cuore!

6 commenti:

Nadir ha detto...

Bellissima quest'insalata, e tranne le malvacee trovo tutto nell'orto-giardino.
Baciotti.

PS: A proposito del "unico tutto" voglio mandarti un file che ho ricevuto da un'amica.
Ciao :)

Neofrieda79 ha detto...

ricevuto, cara, me lo guardo stasera con calma..grazie! Ti do i semi io, così l'anno prossimo le provi :-)

ravanellocurioso ha detto...

meraviglia delle meraviglie!
prima o poi scappo dalla città e mi traferisco da te!

a proposito ... i sugoli sono stati tagliati in pratici quadrotti (grandezza fauci, per intenderci!) e, uno via l'altro, sono stati spazzolati! Anche mamma di madre del Ravanello ringrazia felice per questo viaggio nei suoi ricordi d'infanzia!
Rav.

ravanellocurioso ha detto...

meraviglia delle meraviglie!
prima o poi scappo dalla città e mi traferisco da te!

a proposito ... i sugoli sono stati tagliati in pratici quadrotti (grandezza fauci, per intenderci!) e, uno via l'altro, sono stati spazzolati! Anche mamma di madre del Ravanello ringrazia felice per questo viaggio nei suoi ricordi d'infanzia!
Rav.

Neofrieda79 ha detto...

Bene <3 sono stati fatti con amore..Se tu venissi oggi stesso so che non ti scandalizzeresti hi hi, e io sarei al settimo cielo. Con un po' di palpitazioni per il disastro che c'è in giro, ma con te avrei uno spintone notevole :-)

.B. ha detto...

sei una enciclopedia piantifera!!! devo decisamente prestare molta più attenzione quando vado in passeggiata con Can per il boschetto....diciamo che dovrei ascoltare un po' più il mio lato selvatico.
sei un amore (e lo è anche MaVi, mentre Stefano vado a curiosarlo).
Bibi